Il Comune di Siderno sotto attacco, nuova intimidazione ai danni della neo amministrazione

Siderno si sveglia ancora una volta con un atto vandalico registratosi nella notte

Siderno si sveglia ancora una volta con un atto vandalico registratosi nella notte, sempre contro il Comune e la neo amministrazione.

Siderno sotto attacco, nuove intimidazioni

Un'altra intimidazione è avvenuta nella notte: due autovetture di proprietà del Comune sono state date alle fiamme. Un episodio che arriva dopo le auto bruciate al consigliere comunale Mimmo Catalano e la busta con all’interno un proiettile lasciata sul davanzale dell’ufficio elettorale.

«È ormai evidente che siamo sotto attacco – sostiene il primo cittadino – Un attacco che per la sua continuità, non lascia spazio ad interpretazioni fantasiose o peggio negazioniste, il messaggio è chiaro: vogliono bloccare la democrazia, riportare indietro Siderno. Non passeranno. La nostra risposta sarà nel modo di amministrare, impermeabile ad ogni tentativo di condizionamento, in sintonia con le Istituzioni dello Stato e nell’esclusivo interesse dei cittadini e del bene comune».

I messaggi di solidarietà

Stefano Graziano, commissario del PD della Calabria,  si esprime solidale in merito alla vicenda, nei confronti dell'amministrazione comunale, di nuovo sotto attacco.

“Il Partito Democratico della Calabria esprime solidarietà a Siderno ed ai suoi amministratori”.

“L’escalation di attacchi criminali di cui è vittima la comunità, fin dall’insediamento della nuova amministrazione comunale, ci preoccupa per la tracotanza con cui si ripetono -continua Graziano- e ci impegna al fianco del sindaco Mariateresa Fragomeni, della sua giunta e dell’intero consiglio comunale, affinché la città possa tornare a respirare attraverso una gestione sana e trasparente.

Nicola Oddati, della direzione nazionale del Partito Democratico, che ha commentato così l'ultimo atto intimidatorio verificatosi a Siderno, ai danni del Comune:

"A poco più di un mese dalle elezioni, a Siderno si sono già verificati diversi atti intimidatori verso la nuova amministrazione comunale guidata da Mariateresa Fragomeni. La ‘ndrangheta sta cercando in tutti o modi di far capire chi comanda. Serve una reazione corale dello Stato. Mariateresa e gli amministratori di Siderno devono sentire al loro fianco il peso e la forza dello Stato".