Compleanno Reggina, Falcomatà: 'Ci sono ricordi che il tempo non sbiadisce e passioni che non muoiono mai'

Gli auguri alla Reggina con un post, dal sindaco di Reggio Calabria

Sarebbe impossibile immaginare un 11 ideale in 107 anni di storia. I gol Bergarich e Florio, la tripletta di Marescalco contro la Grumese o di Bizzarri a Barletta, le parate di Alessio Scarpi - il primo grande portiere che ricordi - di Micillo o Taibi.

E poi il rigore capolavoro, con rabona al 90esimo, di Ricardo Paciocco. Le discese ardite e le risalite di Possanzini, le punizioni di Pirlo, il genio e la sregolatezza di Pianca. Bianchi-Amoruso.

Il primo gol in serie A di Mimmo Kallon... La filastrocca Persico, Mupo, Barbetta o quella Rosin, Bagnato, Attrice. Franco Scoglio, Nevio Scala e Tommaso Maestrelli. Nonna Maria. La Curva Sud, dodicesimo uomo in campo.

Roba dell'altro mondo come Nakamura o Serge Diè. E poi Denis e Menez; Campolo, Orlando e Di Sole. Il Sant'Agata e Simone Perrotta.

Il gol di Cirillo all'Olimpico o il rigore di Belardi a San Siro. Il comunale che esplode sotto i colpi di Alfredo Aglietti. Il clamoroso al "Granillo". Italo Alaimo.

Ci sono ricordi che il tempo non sbiadisce e passioni che non muoiono mai. Oltre qualsiasi giocatore, sopra ogni categoria. Auguri Reggina. Amaranto è il colore.