Striscia la notizia, Brumotti subisce minacce di morte in Calabria - VIDEO

Un servizio veramente forte quello di Brumotti in Calabria. Tra siringhe, spazzatura e omertà l'inviato di Striscia viene minacciato di morte. Ecco il video

Vittorio Brumotti, l'inviato biker di Striscia la notizia torna in Calabria. Nell'ultimo servizio andato in onda su canale 5 si parla, ancora una volta, di spaccio nelle città italiane. La protagonista è Catanzaro, il capoluogo della Calabria, regione in cui la 'ndrangheta, una fra le più potenti mafie al mondo, gestisce le rotte principali del traffico di cocaina.

L'inviato di striscia racconta agli italiani la realtà di viale Isonzo e di come la criminalità organizzata ha subappaltato a famiglie rom le attività di spaccio: un vero e proprio supermarket della droga che vede coinvolti anche donne e bambini.

Le telecamere del tg satirico più famoso d'Italia documentano il degrado in cui versa la zona e individuano un appartamento in cui una donna, mentre tiene per mano una bambina, passa una dose di cocaina ad un tossico. Dopo averla segnalata e aver atteso l'intervento delle forze dell'ordine, Brumotti torna in strada, tra siringhe, spazzatura e omertà: ad attenderlo alcuni abitanti del posto, che lo intimano ad andarsene e che, con gesti inequivocabili, gli augurano di morire.

In un post sulla sua pagina Facebook Brumotti afferma:

"Una realtà difficile quella di Catanzaro, viale Isonzo! Un quartiere nelle mani della criminalità organizzata gestita dalla 'ndrangheta! Ho incontrato anche delle brave persone che sono disperate per la forte presenza di criminali e spaccio di sostanze stupefacenti . Anche se per poco abbiamo cercato di riappropriarci del territorio ! Tanta forza e amore Calabria".

Per vedere il servizio completo CLICCA QUI.

Guarda il video

Donne e bambini coinvolti nello spaccio: a Catanzaro la situazione è davvero insostenibile. Abbombazza 100% BrumottiLink al video completo: https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/la-droga-a-catanzaro_61202.shtml

Gepostet von Striscia la notizia am Montag, 28. Oktober 2019
Seguici su telegramSeguici su telegram