Il tatuatore reggino Gabriele Pellerone alla Biennale di Venezia

di Federica Geria - "Voglio condividere con voi qu

di Federica Geria – “Voglio condividere con voi questa notizia, perché è proprio grazie a tutti voi che ciò è diventato possibile: i miei quadri tatuati verranno esposti alla Biennale di Venezia. Per la prima volta al mondo, dopo 57 anni, la Biennale apre la porta all’arte del tatuaggio ed io sarò il testimone. Questo evento segnerà l’entrata del tatuaggio nell’arte contemporanea. Vi prometto il mio 101% sempre! Grazie di cuore”.

E’ così che il tatuatore reggino Gabriele Pellerone lancia questa emozionante notizia sui social network, comunicando di entrare a far parte di una tra le più antiche, importanti e prestigiose rassegne internazionali d’arte contemporanea al mondo, la Biennale di Venezia.

Il 2017 è per Gabriele un anno di grandi traguardi, infatti, dopo aver partecipato alla celebre convention di tattoo a New York, affronterà adesso un’altra sfida all’interno di un “nuovo mondo” fatto di arte e cultura.

“Partecipare ad eventi del genere – ci aveva raccontato Pellerone riguardo la convention – non può che arricchire il proprio bagaglio, aprire nuove frontiere e adottare nuovi modi di pensare. Inoltre amo portare novità ed essere preparato su tutto ciò che riguarda il mio lavoro, cerco sempre di restare a pari passo con la tecnologia e l’innovazione”.

Alla Biennale dunque entrerà per la primissima volta il tatuaggio, divenendo in maniera ufficiale arte contemporanea nel mondo. E l’entrata avverrà proprio tramite l’esposizione dei quadri creati da Gabriele.

“Sarà davvero un evento! I quadri sono fatti su pelle sintetica – spiega Pellerone – con la macchinetta da tattoo, e sono quindi innovativi perché diversi da quelli classici fatti ad oggi con i pennelli. Come olio su tela, oggi inchiostro su pelle. L’esposizione si svolgerà alla Biennale di Venezia a Palazzo Cenobio dal 15 al 30 agosto”.

Gabriele si afferma così come il primo tatuatore al mondo a partecipare a questo grande evento e ci racconta: “il mio progetto è quello di promulgare l’arte del tatuaggio nel mondo andando oltre il concetto di moda o tendenza, e questo evento segnerà l’inizio di questo straordinario progetto”.

Un avvenimento unico e innovativo che segna una svolta importante nel mondo dell’arte. Orgogliosi che a ricoprire il ruolo di testimone sia proprio il reggino Pellerone, grande tatuatore e professionista.

“Tatuare è una sensazione che mi gratifica. Se una persona si affida a me non posso che esserne grato e ricambiare dando il massimo, prestando tutte le attenzioni che merita, quindi oltre che lavoro, la chiamerei passione ed è grazie a questa passione che tatuare diventa un’esperienza unica e magnifica”.

18836227_10211581396162047_1857513132_o 18789835_10211581396202048_1774962477_o 18671110_10211544820647682_254566338560426773_n

Seguici su telegramSeguici su telegram