'Bronzi di Riace Express' da Roma a Reggio: la proposta di una reggina

Un concetto “romantico” che trae origine dall’Oriente Express e che potrebbe portare un maggior afflusso di turisti a Reggio Calabria

"Dopo mesi di attesa e forse di grandi aspettative per il cinquantesimo anniversario dal ritrovamento dei Bronzi di Riace, ho deciso di lanciare un’idea. Probabilmente non sarà originale, o almeno, non ho inventato io questo tipo di “servizi”, ma potrebbe essere un progetto da prendere in considerazione di fronte a tante incertezze e “improvvisazioni” che cercano di colmare un vuoto.

Mi permetto di parlare di vuoto perché un evento così importante non può prendere forma a ridosso del 16 agosto 2022, anniversario dell’eclatante ritrovamento, piuttosto dovrebbe già respirarsi nell’aria, manifestarsi in ogni angolo della città, materializzarsi in tutte le vetrine nazionali e internazionali. Perché quest’anno è un anno speciale, non solo per i reggini ma per il mondo intero. Perché i Bronzi di Riace sono Patrimonio dell’Umanità.

Così durante la mia attesa ho immaginato mille cose, a dire il vero tutte belle. Tra queste ho visto viaggiatori arrivare da lontano e al loro fianco ho assaporato emozioni, fino ad immergermi nel suono leggero di un treno singolare. È così che è nata l’idea di un trenino dedicato ai Bronzi.

Tutto ha origine nel concetto “romantico” dell’Oriente Express, ossia un viaggio diretto verso una destinazione speciale, all’interno di un trenino che porta il nome della stessa destinazione, offrendo una serie di servizi che coccolano il viaggiatore, nel nostro caso verrebbe denominato “Bronzi di Riace Express”.

Il treno “Bronzi di Riace Express”, non rappresenta un semplice mezzo di trasporto che conduce i visitatori da Roma a Reggio Calabria, bensì un percorso itinerante, fatto di emozioni, che, già durante il viaggio, consente all’ospite di partecipare a una serie di aventi che fanno da preambolo alla visita al Museo Nazionale della Magna Grecia.

Il treno dovrà essere riconoscibile grazie alla sua carrozzeria che dovrà veicolare e promuovere l’immagine dei Bronzi di Riace nel 50ennale, pertanto dovrà accogliere l’illustrazione dei due Guerrieri, magari con lo Stretto sullo sfondo, i simboli della Città, i colori del Mediterraneo e soprattutto il logo del 50ennale.

Hostess e steward indosseranno una divisa, anche questa “disegnata” per l’occasione, e illustreranno i servizi offerti a bordo, in tutte le lingue.

All’interno del trenino si snoderà un percorso itinerante che, da una carrozza all’altra, porterà il visitatore a scoprire tutti gli elementi che identificano il nostro territorio e la nostra cultura.

Così il “vagone ristorante” offrirà un assaggio di prodotti tipici della nostra terra; il “vagone conferenze”, arredato con posti a sedere, sarà destinato a piccoli convegni e incontri sul tema dei Bronzi (anche improvvisati tra i viaggiatori); il “vagone expo” narrerà la storia dei Bronzi, con immagini, fotografie e pannelli multimediali, oltre ad un corner con i gadget e l’editoria dedicata ai Bronzi.

Il treno, durante i viaggi, potrà ospitare personaggi illustri del mondo dell’archeologia, della cultura e dello spettacolo. Bisognerà redigere un programma che unisca momenti di cultura ad attività ludiche, così che il tempo trascorso a bordo (circa 5 ore) sembri passare velocemente.

Il “Bronzi di Riace Express” farà fermata alla Stazione Lido di Reggio Calabria per consentire ai viaggiatori di raggiungere facilmente il museo. Alla fine della visita, gli ospiti potranno scegliere tra una serie di itinerari turistici, che mettono in rete le aree archeologiche della città (mura, terme, ambienti ipogei, ecc…), oppure, riprendendo il trenino, che li attenderà alla Lido in un orario programmato (non potendo sostare), potranno raggiungere Riace Marina, nel luogo di ritrovamento delle statue, dove verranno accolti con iniziative organizzate in loco.

Potranno inoltre essere organizzati itinerari nelle varie aree archeologiche della Città Metropolitana, sia sulla costa Jonica (Villa di Romana di Casignana, Teatro Greco di Locri, ecc…), sia nell’area dello Stretto (Necropoli preellenica di Calanna, Motte, Castelli, ecc…) e nella costa Tirrenica (Parco Archeologico dei Tauriani, Musei, ecc…). Gli itinerari dovranno far parte di pacchetti che prevedono differenti tipologie di soggiorno, anche su più giornate, anche in funzione del target di visitatori.

Il trenino “Bronzi di Riace Express”, potrebbe rappresentare uno strumento flessibile, in quanto in esso si concentrano una serie di funzioni e servizi che altrimenti dovrebbero trovare differenti allocazioni con dispendio di denari ed energie a discapito della qualità dell’offerta dell’immagine unitaria della più importante ricorrenza dell’anno".

Prof.ssa Arch. Antonella Postorino