Alessandro Giuliano nuovo questore di Reggio Calabria?

Figlio del noto a mai dimenticato Boris Giuliano, il Capo della Mobile palermitana ucciso nel 1979 dalla Mafia, assumerà il ruolo di Questore di Reggio Calabria

La notizia arriva da ‘Il Messaggero‘. Rivoluzione all’interno della Questure e delle Prefetture di tutta Italia con nuove nomine e un nuovo piano di riorganizzazione degli uffici territoriali. Anche Reggio Calabria sarà coinvolta nel piano del riassetto. In particolare la città in riva allo Stretto sarebbe interessata da una riduzione degli organici di 224 unità.

Per quanto riguarda le nomine, tra qualche mese lascerà l’incarico di direttore delle Specialità Roberto Sgalla, e il nome che viene fatto per occupare il suo posto è quello dell’attuale questore di Reggio Calabria, Raffaele Grassi.

Alla questura calabrese arriverà probabilmente Alessandro Giuliano, ora ai vertici dello Sco, figlio di Boris, assassinato dalla mafia nel 1979.

CARRIERA

Ha iniziato la sua carriera nella Polizia di Stato, a Milano, dove ha iniziato a lavorare nelle volanti nel 1990, andando successivamente a dirigere la squadra mobile prima di Padova e poi di Venezia, dopo un passaggio a Roma e Napoli.

A Padova Giuliano si è occupato delle indagini che portarono all’arresto del serial killer Michele Profeta, collaborando con l’allora capo della Squadra Mobile di Milano, Luigi Savina; a Venezia ha coordinato le indagini sulla Mala del Brenta, finendo nel mirino dei criminali che, secondo quanto riportato dal collaboratore di giustizia Raffaele Vassallo, progettavano di ucciderlo. Nel 2009 è tornato a Milano come capo della squadra mobile.

Nel 2012 si occupa anche di alcune investigazioni riguardanti il cosiddetto lodo Mondadori.

Nel marzo 2016 è promosso questore e dall’11 maggio dello stesso anno è nominato questore di Lucca.Da marzo 2017 è direttore del Servizio Centrale Operativo.

Seguici su telegramSeguici su telegram