Arresto Morabito, il sindaco Falcomatà: 'La 'ndrangheta è un cancro planetario'

Le parole del sindaco di Reggio Calabria sulla cattura del narcoboss Rocco Morabito

Il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà, in una nota stampa, esprime il proprio plauso ai Carabinieri del Ros ed ai magistrati per la cattura di Rocco Morabito, esponente di spicco della cosca Morabito-Bruzzaniti-Palamara di Africo Nuovo arrestato in Brasile.

"Un grande lavoro di intelligence - ha detto il sindaco di Reggio Calabria - brillantemente coordinato dalla Procura reggina diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri ha consentito di acciuffare un pericoloso latitante, al numero due tra i 100 più ricercati, secondo solo a Matteo Messina Denaro. Lo Stato, a pochi giorni dall'anniversario dalla strage di Capaci, ha assestato un nuovo e duro colpo alle mafie".

"La 'ndrangheta, come l'odierna operazione dimostra - ha continuato - è ormai un cancro planetario che fa del narcotraffico uno dei suoi principali business. In Brasile, dopo la fuga dal carcere di Montevideo, Rocco Morabito pensava di poter sfuggire dalle maglie della giustizia, ma evidentemente non aveva fatto bene i suoi conti".

"Congratulazioni, quindi - ha proseguito l'inquilino di Palazzo San Giorgio - agli uomini che hanno lavorato in sinergia con le autorità brasiliane e che non hanno mai smesso di credere in un'attività che punta a spezzare i gangli della prepotenza e dell'economia mafiosa. È a loro che, ogni giorno, dobbiamo rinnovare la nostra gratitudine".

"La mafia, come diceva Giovanni Falcone - ha concluso il sindaco Falcomatà - è un fenomeno umano e, come tale, ha un inizio ed avrà necessariamente anche una fine. Tutti insieme, ognuno per la sua parte e con le responsabilità del proprio ruolo, possiamo sconfiggerla".