Bob Dylan a Reggio Calabria, l'ipotesi è concreta. Nuovo incontro tra le parti

Al momento è ancora un sogno, ma esiste la possibilità di vedere Bob Dylan a Reggio in quello che sarebbe un evento mondiale. La situazione dopo l'ultimo incontro

Bob Dylan a Reggio Calabria? Non è un sogno. Quella che sembrava una follia, un’idea semplicemente irrealizzabile lanciata dal promoter Ruggero Pegna, inizia a prendere forma.

Come anticipato da CityNow, non c’è solo Catanzaro come location possibile per il concerto di Bob Dylan in Calabria. Anche Reggio ha avanzato la propria candidatura.

Dopo i primi contatti interlocutori tra Pegna e rappresentanti della Città Metropolitana, si è tenuto nei giorni scorsi un nuovo incontro per valutare nel dettaglio la reale fattibilità organizzativa di un simile evento.

Uno dei principali nodi è legato ovviamente all’investimento economico. Non sono ancora trapelate cifre ufficiali ma si parla di circa mezzo milione di euro per riuscire a portare Bob Dylan in Calabria.

Tra gli argomenti al tavolo della discussione, anche se prevale l’opzione di concerto a pagamento, c’è stata anche la possibilità di pensare ad un concerto con ingresso gratuito (quindi totalmente a carico degli enti locali e regionali oltre che di sponsor), fattore che aumenterebbe ancor di più l’interesse con decine e decine di migliaia di persone attese da tutta Italia.

“Le prime notizie in merito sono già arrivate in America e sono state lette dall’entourage di Dylan, non ne avrei parlato se non fosse una possibilità concreta e la data bloccata d’accordo con il management dell’artista (il 7 luglio del 2020, ndr) ne è la conferma.

Un simile evento donerebbe alla Calabria eco e risonanza mondiale, si tratta di concerti unici e irripetibili. Ho organizzato migliaia di concerti nella mia carriera, ma portare big di questo calibro è un’impresa che capita raramente”, ha dichiarato Pegna ai microfoni di CityNow.

DYLAN IN CALABRIA, DOVE?

Si è iniziato a discutere anche di possibili location per il concerto. Piazza Indipendenza o un luogo (ancora non specificato) nella Locride le principali ipotesi al momento per Reggio Calabria e la sua provincia.

I dirigenti della Città Metropolitana sono al lavoro per analizzare nel dettaglio tutte le possibilità e le variabili logistiche che un simile evento richiede.

EVENTO UNICO E IRRIPETIBILE

Sin troppo banale definire Bob Dylan a Reggio come l’evento musicale del secolo per la Calabria. Ad aumentare il fascino e l’importanza dell’ospitare nella nostra regione il Premio Nobel per la letteratura, anche i rumors provenienti dagli Stati Uniti e che vorrebbero Dylan al suo ultimo tour in Europa.

IL TEMPO STRINGE

Saranno decisive le prossime settimane per capire quante reali possibilità ci sono di portare Dylan in Calabria. Il management del cantautore americano infatti, entro la fine di ottobre, ha intenzione di chiudere i contratti di tutte le date che porteranno Dylan in giro per tutto il mondo.

Per questa ragione i contatti tra il promoter Ruggero Pegna e i dirigenti della Città Metropolitana proseguiranno nei prossimi giorni, con la speranza di poter giungere ad una fumata bianca.

“Sarebbe un evento unico e straordinario, l’intenzione del sindaco Falcomatà è quella di rilanciare immagine di tutta la Città Metropolitana grazie a quello che sarebbe un concerto di interesse nazionale e internazionale.

È una cosa complicata da realizzare anche perché onerosa per le casse di un’amministrazione pubblica, ma gli uffici sono al lavoro per trovare una soluzione. 

Dopo l’incontro con Pegna abbiamo iniziato a fare i primi ragionamenti concreti e presto ci confronteremo nuovamente. L’intenzione è quella di puntare sul sostegno della Regione e di sponsor privati per arrivare al totale della spesa necessaria”.

Questo il commento di uno dei dirigenti della Città Metropolitana dopo l’incontro tenuto con Pegna nei giorni scorsi. Bob Dylan a Reggio Calabria, è ancora tempo di sognare.

Seguici su telegramSeguici su telegram