Calabria, l'appello dell'ass. Basta vittime sulla SS106: 'Servono finanziamenti dallo Stato'

Il Presidente dell'associazione Basta vittime sulla SS106 chiede ai parlamentari calabresi di intervenire per i fondi per la messa in sicurezza

Il Presidente “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” risponde all’On. Enza Bruno Bossio. Caligiuri chiede ai parlamentari calabresi fondi per l'ammodernamento della SS106

Nei giorni scorsi, il Presidente dell’Organizzazione di Volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106” Leonardo Caligiuri, ha inoltrato una lettera a tutti i parlamentari calabresi.

Il tema della missiva è il testo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza “#Next Generation Italia” approvato dal Consiglio dei Ministri.

Alla missiva del Presidente Caligiuri ha risposto l’On. Enza Bruno Bossio, deputata alla Camera e componente della Commissione Trasporti, specificando che: nonostante i progetti per il completamento della Ss106 erano stati proposti dal Ministero delle Infrastrutture e trasporti a Bruxelles al fine di essere finanziati la risposta della Commissione Europea è stata negativa poiché i finanziamenti del Recovery hanno un vincolo, condizionato dalla scelta di ecosostenibilità e riduzione di CO2: non possono finanziare nuove strade.

Pertanto, il Presidente Caligiuri, in data odierna ha inoltrato una nuova comunicazione indirizzata all'On. Bruno Bossio e per conoscenza a tutti i parlamentari calabresi. Il Presidente, nella sua missiva, dopo aver ringraziato l'On. Bruno Bossio per la risposta, precisa che verificherà quanto riportato circa l'impossibilità di finanziare nuove strade con il Recovery Fund.

Inoltre, preso atto che la Statale 106 può essere finanziata solo con fondi nazionali, ha avanzato alcune proposte. Il finanziamento per ammodernare con un tracciato ex novo la Statale 106 nel tratto compreso tra Locri e Reggio Calabria oppure nel tratto compreso tra Roccella Jonica e Catanzaro Lido al fine di levare la locride dall'isolamento in cui oggi versa.

Ha proposto di finanziare l’ammodernamento con un tracciato ex novo della Statale 106 nel tratto compreso tra Crotone – Catanzaro poiché già è stato finanziato, con 15 milioni di euro, lo studio di fattibilità necessario alla realizzazione del progetto preliminare dell’Opera.

Serve far ripartire tutti gli interventi

Destinare le risorse già impegnate nel tratto di Statale 106 compreso da Sibari fino a Crotone (circa 800 milioni di euro), per l’ammodernamento con un tracciato ex novo della Statale 106 da Crotone verso Sibari (Megalotto 9), oppure da Sibari verso Crotone (Megalotto 8), evitando di realizzare, invece, una nuova e moderna 2 corsie inutile e dannosa così come è previsto ad oggi.

Il Presidente Caligiuri ha concluso la sua comunicazione invitando tutti i parlamentari calabresi ad impegnarsi affinché possano arrivare presto risultati concreti. Serve l’avvio del primo tronco stradale del Megalotto 3 (ancora fermo al palo!), serve far ripartire tutti gli interventi di messa in sicurezza previsti sulla Statale 106 ad oggi bloccati dalla Struttura Territoriale di Anas in Calabria e poi servono atti concreti che finanziano con fondi dello Stato nuovi tratti da ammodernare sulla Statale 106.