Bilancio del Comune, arriva la diffida della Prefettura: "20 giorni o invieremo Commissario"

"In caso di inadempienza si avvierà la procedura di scioglimento del Consiglio Comunale"

Il Prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani, ha inviato la diffida al Comune di Reggio Calabria. Si tratta di un atto che 'aleggiava' da settimane attorno a Palazzo San Giorgio, e che in realtà arriva in leggero ritardo rispetto a quanto previsto dalla legge. A quasi un mese dalla scadenza naturale infatti, l'amministrazione comunale non ha ancora approvato il rendiconto.

"L'organo consiliare di codesto ente invita ad adottare la deliberazione riguardante il rendiconto di gestione per l'esercizio finanziario 2021 in un termine non superiore a 20 giorni dalla data di ricevimento della presente nota, in caso di inadempienza si riterrà perfezionata la fattispecie di cui all'articolo 141 che prevede la nomina di un apposito commissario per l'approvazione del documento contabile e la procedura di scioglimento del Consiglio Comunale", si legge nella diffida inviata dalla Prefettura lo scorso 19 maggio.

Secondo quanto riportato nella diffida della Prefettura quindi, calcoli alla mano, l'amministrazione comunale ha 15 giorni di tempo per approvare il rendiconto di gestione all'interno del consiglio comunale, in caso contrario arriverà un Commissario e si avvierà il percorso di scioglimento dell'ente. Da Palazzo San Giorgio però filtra fiducia, e assicurano di poter chiudere la partita entro la prossima settimana. Di sicuro saranno giorni caldissimi a prescindere dalla temperature già afose in riva allo Stretto.