Regionali Calabria, il centrosinistra lancia Bruni: 'Siamo qui per vincere'

C'è chi dice che l'importante sia partecipare, mail centrosinistra della Calabria non sembra pensarla allo stesso modo sulle elezioni Regionali

Un messaggio forte e chiaro, detto prima lontano dal microfono e poi ripetuto, più volte, dai diversi membri del centrosinistra: "Siamo qui per vincere". La conferenza stampa di presentazione Amalia Bruni ha dato moto ai calabresi di vedere un centrosinistra compatto correre sotto un'unica guida: quella della ricercatrice che ha accettato di essere il candidato alla presidenza della Regione Calabria.

Regionali, parte la campagna elettorale del csx

Un incontro a più voci: partito democratico, movimento 5 stelle, io resto in Calabria, partito ambientalista, verdi. Sono diverse le bandiere che compongono la coalizione e che Amalia Bruni è stata in grado di unire.

"Sono a capo di una coalizione - ha detto ai microfoni della stampa la neo candidata - che è un po' come una macchina. Non una 500 ovviamente, ma qualcosa di più simile ad una jeep che deve attraversare i deserti, le nostre montagne, fiumi, laghi".

Insomma, Bruni, forse più di altri, conosce bene i problemi della Calabria e sa a cosa va incontro accettando un ruolo di così grande responsabilità.

"Nella scienza e in medicina si lavora in squadra - ha sottolineato la ricercatrice. E ognuno è indispensabile. Non sarei dove sono oggi senza i miei collaboratori ed è così nelle migliori famiglie. La politica deve riacquisire buon senso perché è al servizio della cittadinanza ed è proprio a questo che lavoreremo. C'è una quantità di lavoro stratosferico da fare, ma interverremo in ogni settore con progetti mirati".

L'adesione del partito animalista

Tra i tanti vessilli che hanno scelto di sostenere la candidatura della direttrice del centro di Neuroscienze di Lamezia Terme, c'è anche il partito animalista.

"Siamo felici di far parte del centrosinistra - ha detto Vincenzo Cerullo. Siamo un piccolo partito e stiamo crescendo, ma è bello che la tutela dell'ambiente e degli animali entrino nella scena politica. Questa volta, con Amalia Bruni, la Calabria avrà davvero un "nuovo" presidente".

Le donne del Partito Democratico

Breve e conciso l'intervento di Teresa Esposito, rappresentante delle "Donne del Partito Democratico":

"Noi, una presidente donna della coalizione di sinistra la vogliamo e saremo il motore trainante di questa candidatura".

Di Natale e l'elemento "discontinuità"

Il rappresentante di "Io resto in Calabria" ha preso la parola, durante la conferenza di presentazione, per rimarcare la figura autorevole di Bruni:

"Con questa scelta, il centrosinistra offre ai calabresi una professionista che mette a disposizione le sue capacità non solo nel campo scientifico. Fondamentale è l'elemento discontinuità, così come è importante che si tratti di una donna".

Il consigliere regionale ha inoltre aggiunto:

"Siamo in campo non per partecipare ma per vincere. Agli altri lanciamo il guanto di sfida sui temi più importanti tra cui quello della sanità, che dovrà essere in cima alla nostra agenda politica. Gimbe dice che siamo l'ultima regione in termini di offerta sanitaria, è evidente che dobbiamo rivoltare la Calabria come un calzino".