Coronavirus, Ministro Azzolina: 'Non è detto si ritorni a scuola'

Una sfida senza precedenti

"Si tornerà a scuola se e quando, sulla base delle indicazioni degli esperti, le condizioni lo consentiranno. Le videolezioni sono una scelta obbligata, non abbiamo alternative. Più di tre quarti degli studenti nel mondo sono interessati a questa crisi, 1,5 miliardi, una sfida senza precedenti". Queste le dichiarazioni del Ministro dell'Istruzione Lucia Azzolina in un'informativa data al Senato questo pomeriggio e riportate da Repubblica.

"L'anno scolastico -rassicura e conclude- sarà comunque valido Chiedo una Maturità seria che tenga conto degli sviluppi dell'apprendimento. Molti Paesi europei sono più attrezzati di noi sulle attrezzature tecnologiche, lo sappiamo".