Reggina, Baroni: 'Lo ripeto per l'ennesima volta, non ci sono titolari e riserve, soprattutto adesso'

Il tecnico parla anche di Menez e di due giovani della Primavera

Torna il campionato e la Reggina in questa settimana lavora intensamente per la trasferta di Cremona, tappa decisiva per il possibile aggancio alla zona play off. Mister Baroni ne parla a Reggina TV:

Reggina, settimana particolare

"Settimana particolare con l'attesa che ci porta adesso alla ripresa del campionato. Insieme a questo anche la preoccupazione per i tamponi ma per fortuna è andata bene. Non ho mai nominato la parola play off, magari poi gli articoli che si scrivono portano a pensare a quello, piuttosto c'è una consapevolezza di crescita della squadra e l'attenzione nostra è verso il miglioramento ed il raggiungimento del gradino più alto. L'importante è quello che c'è nelle nostre teste e comunque va tenuto conto sempre che ci sono gli avversari".

L'avversario di sabato

"La Cremonese è una società che ha investito molto, anche negli anni passati. Hanno cambiato la guida tecnica, ci sono giocatori di qualità, fisicità, gamba. Osserviamo l'avversario con grande rispetto ma pensando sempre a noi ed alla nostra crescita. Petrelli ha ripreso, Menez ha saltato i primi allenamenti oggi ha fatto un test e si è mosso con disinvoltura, lo considero recuperato, è un giocatore che per quello che mi riguarda ci sarà".

Come sostituire Montalto

"Per la sostituzione di Montalto dipenderà tutto dalla strategia che si vuole adottare. Le partite ricordo che durano oltre i novanta minuti e quindi devo capire chi utilizzare subito o dopo. Lo ripeto per l'ennesima volta e lo dico anche ai calciatori, non è importante chi inizia, titolari e riserve e poi con tutte queste partite ravvicinate e con il caldo che arriva c'è bisogno di tutti tra chi gioca e quelli che si alterneranno. Siamo riusciti a coinvolgere tutti, tutti si sentono importanti e sono a disposizione del gruppo e solo così si può fare ancora qualcosa di importante in questo finale di campionato. Con alcuni giovani della Primavera ci stiamo lavorando (Bezzon e Rechichi). Se sono con noi un motivo ci sarà. Faremo un lavoro specifico anche dal punto di vista fisico, dovranno crescere e se vi sarà l'opportunità li inseriremo".