DG Gianni: 'Le polemiche attorno alla Reggina? Se la Ternana pareggia a Teramo non è colpa nostra'

Le spiegazioni anche su un possibile ricorso del Rieti

Nonostante non si sia giocato, gli argomenti a "Passione Amaranto", trasmissione in onda su Reggina Tv, non sono mancati. In altra pagina di giornale abbiamo parlato delle precisazioni del DG Andrea Gianni riguardo il silenzio del presidente Gallo.

Questo il passaggio in cui viene toccato l'argomento polemiche settimanali attorno alla Reggina e la non gara di Rieti: "Giornata surreale, in queste circostanze a perdere è sempre il calcio.

Per fortuna allo Scopigno di Rieti erano presenti gli ispettori di Lega e la Procura Federale che in maniera scrupolosa dopo un confronto con il direttore di gara hanno comunicato l'impossibilità a giocare la partita per la posizione non regolare del tecnico Pezzotti, dopo aver atteso per regolamento i quarantacinque minuti.

Mi chiedono se il Rieti potrebbe fare un eventuale ricorso. Dico che eventualmente entro lunedi avrebbe dovuto fare un preannuncio di reclamo e quindi sperare di evitare un punto di penalizzazione, per il resto secondo quelle che sono le regole non si discute sullo 0-3 a tavolino. Per lo svolgimento regolare di una gara servono allenatore e medico sociale abilitati.

Sulle polemiche settimanali che accompagnano la Reggina dico solo che sarebbe bene che ognuno pensasse ai problemi di casa propria. Noi a Rieti siamo stati parte lesa con una trasferta che ci è costata 15.000 euro. Se la Ternana pareggia a Teramo non è colpa della Reggina".

Seguici su telegramSeguici su telegram