Giallo Bronzi di Riace, il prof. Castrizio a Le Iene: "I guerrieri erano 5"

Archeologo e docente universitario, il prof. Castrizio espone la sua versione dei fatti riguardante i Bronzi di Riace. L'anteprima del servizio a Le Iene

Continua l'inchiesta de Le Iene riguardante i Bronzi di Riace. Il mistero che sembra avvolgere i due guerrieri simbolo di Reggio Calabria, esposti al Museo Archeologico sembrano celare ancora tantissimi segreti. A quasi 50 dal ritrovamento gli interrogativi a cui non si ha risposta sono veramente tanti.

A tal proposito Le Iene intervistano un archeologo e docente universitario, secondo il quale “i bronzi erano 5”. Tanti dubbi sulla denuncia di Mariottini e sul riferimento ad una statua con le braccia aperte. Potrebbe essere la madre di Eteocle e Polinice, di cui ci parla il professor Daniele Castrizio?

Statua che, stando alle nuove testimonianze raccolte, potrebbe essere un bronzo non ancora ritrovato, e forse trafugato e venduto a un museo americano.

"I Bronzi non hanno le braccia aperte. Sono in una posizione tipica del guerriero per cui il braccio sinistro è tenuto ad angolo retto perché deve sostenere il peso dello scudo. Ed  entrambi tengono una lancia”.  

La quarta puntata dell’inchiesta andrà in onda questa sera, domenica 3 novembre su Italia1 dalle 21:15.

Per vedere l'anteprima del servizio CLICCA QUI.

Seguici su telegramSeguici su telegram