Lettera anonima al sindaco di Bianco, Falcomatà: 'Accuse oltraggiose'

La solidarietà del sindaco metropolitano al primo cittadino del Comune della Locride per l'atto intimidatorio

Mentre a Cetraro istituzioni e cittadini scendono in piazza per manifestare vicinanza al comandante dei Carabinieri vittima di un atto intimidatorio, dall'altra parte della Calabria, in provincia di Reggio, un uomo delle istituzioni è vessato da una lettera anonima. Si tratta del sindaco di Bianco.

La lettera anonima al sindaco di Bianco

L'ennesimo vile atto da parte di ignoti, questa volta, ha toccato da vicino la Città Metropolitana di Reggio Calabria. Nei giorni scorsi, infatti, a primo cittadino del Comune della Locride è giunta una missiva contente gravi accuse.

Non è di certo la prima volta che uomini delle istituzioni vengono presi di mira, ma è vero anche che, arrivati nel 2021, forse, è tardi per sperare in un'umanità che rifugga simili gesti.

La solidarietà del sindaco Falcomatà

"Piena solidarietà e vicinanza al sindaco di Bianco Aldo Canturi e al Vicesindaco e Consigliere Metropolitano Pasquale Ceratti, entrambi destinatari di ignobili ed ingiuriose accuse in una lettera anonima ricevuta nei giorni scorsi".

Lo dichiara in una nota il sindaco metropolitano di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà.

"Sempre più spesso purtroppo amministratori locali in prima linea sono oggetto di atti minatori da parte di individui che celandosi nell'anonimato tentano di intaccare l'azione amministrativa promossa sui territori".

Il primo cittadino di Reggio ha aggiunto:

"Conosco Canturi e Ceratti e so bene che questo episodio non scalfirà in alcun modo la loro attività di servizio nei confronti della comunità dei cittadini di Bianco. Da parte mia e dall'Ente metropolitano la più totale solidarietà per le oltraggiose ed ingiuriose accuse ricevute".