Reggina: il presidente Gallo parla di Granillo e dei suoi dialoghi con Lillo Foti

"A Foti chiedo spesso consigli. Loro sono stati grandi presidenti. Io non sono bravo'

In occasione della terza edizione del Premio Oreste Granillo, un bell'incontro tra l'attuale presidente della Reggina Luca Gallo e l'ex Lillo Foti, un abbraccio caloroso e poi l'intervista rilasciata da Gallo a RTV: "Voi non lo sapete, ma io il presidente Lillo Foti lo abbraccio spesso. Adesso lo avete visto in diretta, ma capita spesso anche in differita (ride). Come si fa a non abbracciarlo, è una istituzione. Ogni tanto, anzi spesso, gli chiedo qualche consiglio, magari arrivassi a fare solo una parte della sua carriera. Mi viene subito in mente qualcosa di importante che ha fatto, ma mi sa che non si può dire, io la ho in testa".

Il ricordo di Oreste Granillo

"Oreste Granillo, solo a pronunciare il nome mette i brividi, il primo presidente a portare la Reggina in serie B. Un grande traguardo, poi lo stadio intitolato a lui e lo rimarrà anche in futuro. Granillo e Foti insieme, due grandi personaggi, due istituzioni per il calcio reggino e non solo. Spero di riuscire a fare qualcosa che mi consenta di avvicinarmi a loro, ma è difficile, molto difficile. Intanto perchè bisogna essere bravi ed io non lo sono, poi ci vogliono tante contingenze, programmazione, parola tanto odiata da me all'inizio, anche se poi ne ho capito la sua importanza, insieme ad una buona dose di fortuna e parecchia disponibilità economica".