A Reggio Calabria il raduno Ufficiali e Sottufficiali Guardia Costiera corso 1966 - FOTO

É stata la città di Reggio Calabria ad ospitare il raduno degli Ufficiali e Sottufficiali del corso del 1966

É stata la città di Reggio Calabria ad ospitare il raduno degli Ufficiali e Sottufficiali del corso del 1966, riuniti in riva allo Stretto per festeggiare il 53° anno di arruolamento in Marina.

Accolti dall’ammiraglio Francesco Ciprioti, loro istruttore ai tempi, i commilitoni, provenienti da diverse località di Italia, hanno avuto l’opportunità di rivivere ricordi e poter trascorrere momenti all’insegna della socializzazione, visitando alcuni dei luoghi e i monumenti più caratteristici di Reggio, della sua provincia e della Calabria e degustando i  prodotti tipici del territorio.

Molto dettagliato e ricco di appuntamenti, infatti, il calendario approntato per l’occasione.

Oltre ai meeting istituzionali, tra cui quello alla Capitaneria di Porto di Reggio Calabria e Vibo Valentia Marina  il gruppo ha ammirato il Museo nazionale della Magna Grecia e i suoi Bronzi, ha conosciuto le peculiarità del bergamotto grazie alla visita al Museo del Bergamotto, ha passeggiato sul Lungomare  Falcomatà, conosciuto i centri storici di Pizzo, Vibo, Tropea, Chianalea e Scilla. Il tutto supportato da guide turistiche ed esperti storici dei luoghi interessati dall’evento.

E proprio nell’incantevole cittadina del Tirreno si è vissuto uno dei momenti più significativi del raduno:  la Santa Messa alla Chiesa Matrice dove sono stati ricordati i colleghi scomparsi.

Si è trattato di giornate molto intense, curate ed organizzate nei minimi particolari, durante le quali si è riusciti a coniugare aspetti prettamente conviviali a momenti di particolare emozione, in grado non solo di rinverdire la memoria dei partecipanti, ma capaci di veicolare, con un messaggio positivo e propositivo, le caratteristiche e le bellezze della terra reggina e calabrese.

Seguici su telegramSeguici su telegram