Regionali, Berlusconi lancia Occhiuto: 'Un uomo con un grande amore, la Calabria'

Il Presidente di Forza Italia lancia la campagna elettorale di Roberto Occhiuto: "Mai avuto dubbi. È la persona giusta per fare un grandissimo lavoro"

Non è potuto volare in Calabria Silvio Berlusconi, ma è stato comunque presente alla conferenza stampa di presentazione di Roberto Occhiuto come candidato Governatore del centrodestra alle prossime elezioni regionali. Un collegamento telefonico nel quale il massimo esponente di Forza Italia ha raccontato ai presenti la storia del capogruppo azzurro ed il suo impegno per la sua Regione di origine.

Regionali Calabria 2021: Berlusconi lancia Roberto Occhiuto

"Non sono lì con voi ma verrò presto nella bellissima Calabria per dare il mio contributo. Più di un anno fa sono stato nella bellissima Tropea che, nel 2021, ha ricevuto il riconoscimento Borgo dei Borghi. Per questa campagna, ho chiesto a Roberto ed al coordinatore regionale Mangialavori di invitarmi in altre città. Sarò sicuramente presente".

I recenti problemi di salute non fermano l'impegno politico del Cavaliere che, solamente qualche giorno fa, aveva già espresso grande soddisfazione per la scelta del candidato calabrese.

"Quella di oggi è una bellissima giornata per riscattare la Calabria - ha detto Silvio Berlusconi, senza però dimenticare il motivo per cui in Calabria è necessario tornare al voto prima del tempo. Ci ha lasciato Jole che aveva iniziato un lavoro eccezionale per mettere in sesto una regione che per il malgoverno della sinistra aveva toccato il fondo. Jole aveva trovato una situazione drammatica, disoccupazione, arretratezza infrastrutturale, problemi di rifiuti, il più alto tasso migratorio. Una Regione in cui i cittadini hanno perso la speranza. Per questo motivo ringrazio Nino per il suo impegno e per il suo lavoro.

"Un uomo con un grande amore"

Roberto Occhiuto è il nostro candidato alla guida della Regione. È un amministratore di grande esperienza, è stato per molti anni alla Camera, oggi è il nostro bravissimo capogruppo, ruolo delicato ed allo stesso tempo molto ambito che gli garantirebbe un certo grado di protagonismo. Solo un uomo con grande amore poteva immaginare di lasciare questo ruolo per lanciarsi in campagna elettorale. Avrà molto da lavorare. Già dallo scorso ottobre abbiamo scelto il candidato, immediatamente siamo andati da Roberto. Nessuno ha mai avuto dubbi sul fatto che sia la persona giusta per fare un grandissimo lavoro. La Calabria ha molte potenzialità e grazie al Recovery potremo finalmente investire risorse per realizzare infrastrutture, condizioni per lo sviluppo e nuovi posti di lavoro".

Berlusconi concorda con gli altri sulla questione sanità e l'impellente necessità di una svolta:

"La sanità deve tornare in mano ai calabresi. Niente commissari improvvisati o scelti a Roma".

Il centrodestra unificato

Anche Berlusconi come Spirlì non ha dubbi sulle capacità del centrodestra di riuscire a primeggiare anche a questa tornata elettorale:

"Batteremo la sinistra che non ha idee e che qui in Calabria, come altrove, si presenta con 4 candidati. Stiamo facendo un grande lavoro con Giorgia e Matteo. Stiamo lavorando bene e credo che fino al 2023 riusciremo a costruire un unico partito del centrodestra, un partito repubblicano come quello americano. Il centrodestra giusto per governare il paese. Un movimento politico in grado di rappresentare la maggior parte degli italiani. Questa pandemia ha cambiato buona parte della nostra società e io credo che cambierà anche il sistema dei partiti e della rappresentanza politica. Sono davvero vicino a voi, vorrei abbracciarvi tutti auguro a Roberto in bocca al lupo e concludo con il nostro motto, forza Roberto, forza Calabria, forza Italia".