Regionali, è il giorno di Occhiuto - Spirlì: 'Vinceremo perché i calabresi sono con noi'

Nel giorno di apertura della campagna elettorale, il presidente facente funzioni si dice certo della vittoria "i calabresi non hanno mai abbandonato il centrodestra"

Al debutto di Roberto Occhiuto non poteva mancare il Presidente facente funzioni della Regione Calabria. Nino Spirlì si candida alle Regionali 2021 confidando di ottenere l'incarico che Jole Santelli aveva scelto per lui. Nel suo discorso a Lamezia Terme, Spirlì ha ripercorso i mesi difficili della pandemia ed ha fatto delle promesse al suo compagno di viaggio. Se i calabresi si erano abituati alla coppia Tansi - de Magistris, adesso, invece, dovranno affrontare l'unione siglata da Lega e Forza Italia per le prossime elezioni.

Regionali Calabria 2021, parte la campagna elettorale: il discorso di Spirlì

"Roberto mi rivolgo a te per dirti che troverai una nave che sta veleggiando, che non si è mai fermata, che ha trovato onde amiche e nemiche e che ha veleggiato con non poco sacrificio.

Il volto di Jole, che io porto e porterò per sempre nel cuore, la Giunta che lei ha scelto, ha continuato a portare questa nave su mari tempestosi, inconfutabile verità in quest'annata tremenda che si è sommata ad una sciagura che non ha gemelle nella storia del pianeta. Eppure la Calabria, che era stata presa di mira da una sorta di combutta di media, in attesa di vedere cataste di cadaveri, ha fatto ricredere la società con una sanità che ha risposto alla pandemia con grande sacrificio e abnegazione. Con un'organizzazione forse domestica e familiare, ma che mai ha registrato numeri che avrebbero potuto spaventare la popolazione. Anche se i media nazionali tentavano di schiaffeggiare l'umanità dei calabresi, non ci sono riusciti. Ne sono un esempio i numeri delle vaccinazioni pari alle altre Regioni d'Italia".

In merito alla campagna elettorale ed all'avventura al fianco di Occhiuto, Spirlì ha detto:

"In quella fatidica data delle elezioni regionali, vinceremo perché i calabresi sono con noi. Hanno riscelto, non hanno mai abbandonato il centrodestra nell'anno terribile della storia hanno visto quanto ci siamo sforzati. Abbiamo consegnato tanti calabresi al virus ma, fortunatamente, non troppi. Oggi, io e Roberto siamo qui nei panni di comandante e aiuto, al tuo fianco ancora una volta per portare la nave della Calabria verso altri mari".

Il presidente facente funzioni ha concluso:

"Sono tante le cose che abbiamo messo sul piano di lavoro. Dal porto di Gioia Tauro, Corap, Sorical, passando per la bonifica dell'ambiente, l'agricoltura, il turismo e le politiche dell'industria le infrastrutture. Nessun calabrese deve avere timore di ciò che accade o vergogna di quello che abbiamo ereditato per quello che in questa regione non si è fatto e si diceva fare, il centrodestra ristabilirà l'equilibrio".