La Savaglio abbaglia il 'Polimeni': prima stellare per i Caffè letterari

Nel 2014 è tornata in Calabria, dove è professoressa di astrofisica all'UNICAL

Si è aperto il ciclo di eventi proposti dal Rhegium Julii all'interno della splendida cornice del circolo "Polimeni". Partenza col botto con un'ospite di eccezione: Sandra Savaglio.

L'astrofisica ha incantato la platea con la sua preparazione e simpatia brillantemente affiancata dalla professoressa Angela Misiano Martino, dalla giornalista Anna Foti, dal presidente del Rhegium Julii Pino Bova, dal socio Franco Costantino e dal presidente del circolo "Rocco Polimeni" Igino Postorino.

Numerose ed interessanti le riflessioni nate durante la presentazione del libro "Tutto l'universo per chi ha poco spazio tempo"(edizioni Mondadori).

In platea un gruppo di non udenti con relativo traduttore. Molteplici i temi trattati dalla fuga dei cervelli, alla ricerca, alla divulgazione scientifica.

Proprio in merito al trasferimento conoscenze si attribuisce alla docente dell'Unical ed attuale assessore all'Istruzione e alla ricerca scientifica, un livello di alta capacità. E' fondamentale per una docente avere delle nozioni altrettanto importante riuscire con semplicità trasferire contenuti dalla difficile interpretazione.

La ricerca e i suoi progressi fanno passi da gigante ancora molti i misteri che avvolgono la scienza. L'auspicio finale dell'astrofisica è stato rivolto nei confronti di tutti i partecipanti alle Olimpiadi di astronomia presenti in platea al circolo "Polimeni":

Sono loro in futuro - ha dichiarato la Savaglio - tutti i nostri sforzi vanno orientati ai giovani, dobbiamo offrire loro le condizioni di poter crescere, scoprire ed esplorare.