Cinquantenario, tanto entusiasmo attorno alla casa dei Bronzi - FOTO

Le presenze di questi giorni riaccendono quella fioca speranza di vedere davvero una "Reggio città turistica"

Rare volte l'abbiamo vista così affollata, ma è sempre un piacere. Reggio Calabria, in questi ultimi giorni, pullula di vita. Le visite, ovviamente, si concentrano nel centro storico e, in particolar modo, nei pressi del Museo Archeologico. Un fatto degno di nota visto che, fino a poco tempo fa, le acque attorno palazzo Piacentini, sembravano alquanto calme per essere nel 50° anniversario dal ritrovamente dei Bronzi di Riace.

Tanti turisti a Reggio Calabria, tutti in visita dai Bronzi

La curiosità attorno ai due guerrieri, simbolo della città dello Stretto, si è finalmente accesa. Il merito, però, almeno per le visite di questi giorni, va in gran parte alla sinergia creata tra Fatti di Musica, MArRC e Atam che, in occasione della tre giorni per lo spettacolo "Notre Dame de Paris" hanno fatto in modo da dirottare studenti e accompagnatori dal PalaCalafiore al centro città.

Arte e spettacolo, una bella vetrina per Reggio Calabria che, ora più che mai, ha bisogno di rilanciare la sua immagine.

Non può, dunque, che far piacere vedere gli oltre 10 pullman parcheggiati, da questo pomeriggio, a piazza Indipendenza, così come la lunga fila per l'ingresso al Museo. Che le visite, comunque, siano aumentate è un dato di fatto. A mostrarlo sono anche le foto pubblicate su Facebook dal direttore Carmelo Malacrino. Merito, forse, anche della bella stagione che sembra aver fatto il suo debutto, nonostante sia previsto, proprio in questi giorni, un breve stop.

Le presenze di questi giorni riaccendono quella fioca speranza di vedere un giorno, magari presto, davvero una "Reggio città turistica".