Cannizzaro responsabile per il Sud: le congratulazioni del mondo di Forza Italia

I messaggi degli esponenti azzurri per l'incarico nazionale del deputato reggino

Una pioggia di congratulazioni. È passata solamente qualche ora dall'annuncio ufficiale delle nuove nomine di Forza Italia. Tra gli incarichi, di rilievo nazionale, spicca il nome dell'Onorevole Francesco Cannizzaro. Il deputato di Reggio Calabria, noto per condurre battaglia in favore della propria terra, ha ricevuto gli auguri da parte di tantissimi compagni di partito.

Cannizzaro responsabile per il Sud

Le voci correvano ancor prima dell'ufficialità, anche se, l'Onorevole Cannizzaro fino all'ultimo minuti ha preferito non commentare l'ipotesi, senza neanche escluderla, in attesa della conferma. Dopo l'anticipazione di CityNow, l'esponente azzurro ha dato l'annuncio questa mattina, dedicando questo successo ad un'amica prematuramente scomparsa qualche mese fa, Jole Santelli.

Le congratulazioni dei compagni di FI

Tanti gli esponenti che, in queste ore, hanno voluto mostrare il loro sostegno al deputato reggino con i loro messaggi di congratulazioni. Tra questi: il ministro per il sud Mara Carfagna, Giuseppe Mangialavori per il coordinamento regionale, il Presidente del Consiglio Arruzzolo.

Mara Carfagna

"I miei più sinceri auguri di buon lavoro a Francesco Cannizzaro, nuovo responsabile per il Sud di Forza Italia: un calabrese “doc” che conosce le potenzialità del Meridione e saprà guidare al meglio l’azione per valorizzarle".

Giuseppe Mangialavori

“Complimenti a Francesco Cannizzaro, nuovo responsabile nazionale di Forza Italia per il Sud. È una nomina che arriva dopo anni di impegno a favore del territorio della provincia di Reggio e dell’intera Calabria. All’amico Francesco va il più affettuoso augurio di buon lavoro”.

Giovanni Arruzzolo

“La scelta del partito di indicare Francesco Cannizzaro quale responsabile per il Sud rappresenta un’ottima notizia per la Calabria. Nella riorganizzazione strutturale di Forza Italia, il presidente Silvio Berlusconi -insieme al responsabile dipartimenti Alessandro Cattaneo e al coordinatore nazionale Antonio Tajani -hanno voluto indicare per questo prestigioso incarico Cannizzaro, valorizzando il suo incessante lavoro sul territorio, sempre a stretto contatto con le istanze della comunità calabrese e soprattutto di quella reggina. Riconosciuto dunque il suo sforzo autentico di rappresentanza e di aggregazione politica, quest’ultima forgiata da uno spirito di servizio riscontrabile in pochi. I risultati ottenuti in tre anni di legislatura sono la testimonianza ineludibile della “politica del fare”, e che oggi trova il giusto riconoscimento nello scacchiere nazionale. Sono certo che il suo impegno sarà rinvigorito dal ruolo di responsabilità che il partito nazionale ha voluto affidargli, nell’interesse del gruppo dirigente di Forza Italia, ma soprattutto nell’interesse dei cittadini del Sud Italia e della Calabria in particolare”.

Annarita Patriarca e Fulvio Martusciello

"Grande soddisfazione per la nomina di Francesco Cannizzaro a responsabile di Forza Italia per il sud. Una sfida che siamo certi Cannizzaro, con l'aiuto dei Ministri di Forza Italia e del coordinatore nazionale Tajani, saprà vincere. Non c' è leader più sudista di Silvio Berlusconi e su questa traccia Cannizzaro farà ripartire il sud" -  lo dichiarano in una nota la capogruppo regionale di Forza Italia Annarita Patriarca e l'europarlamentare Fulvio Martusciello.

Antonio De Caprio

“Plaudo alla nomina dell’amico, Francesco Cannizzaro, a responsabile nazionale del dipartimento Mezzogiorno di Forza Italia”.

È quanto afferma il capogruppo azzurro in Consiglio regionale, Antonio De Caprio, convinto che l’esponente di FI , in questo ruolo, potrà esprimere e donare alla collettività il suo sapere forte delle competenze acquisite negli anni.

“Ritengo – aggiunge De Caprio – che Ciccio Cannizzaro, onorerà il prestigioso incarico con abnegazione e dedizione al lavoro. Il tutto per il Sud e la Calabria in particolare. Terra amata e ansiosa di risollevarsi dalle macerie di una crisi che sta attanagliando la popolazione”.