Sit-in Hospice, Falcomatà: "Andiamo incontro ad una tragedia sociale"

"Con la chiusura dell'Hospice Reggio si troverebbe, ancora una volta, a fare i conti con la negazione del diritto alla salute". Le parole di Falcomatà al sit in in Prefettura

Presente al sit in a piazza Italia dei lavoratori Hospice anche il sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Falcomatà.

“L’amministrazione comunale si è occupata di chiedere alla Prefettura di aprire un tavolo di confronto sulla vicenda Hospice. Credo che questo sia il miglior modo per far incontrare le parti”. 

L’Asp e la Fondazione Via delle Stelle non hanno ancora raggiunto un accordo e le risposte tardano ad arrivare. Sulla vicenda il primo cittadino afferma:

“Con un pò di buon senso si riuscirà a risolvere la questione. L’Hospice è un punto di riferimento per Reggio Calabria. Un presidio medico sanitario di alto livello che non può finire così. Così come di certo non possono rimanere senza lavoro gli operatori che, in questi anni, hanno prestato servizio di assistenza con infinito amore e competenza”.

Anche l’amministrazione comunale mostra dunque il suo interesse per la struttura di cure palliative che rischia di dover chiudere battenti a causa dei mancati pagamenti e dell’assenza di un contratto che regolarizzi l’operato dei lavoratori.

“La chiusura dell’Hospice rappresenterebbe per la città l’ennesima tragedia sociale. Ancora una volta Reggio si troverebbe a fare i conti con la negazione del diritto alla salute. Risulta quindi fondamentale che l’Asp, attraverso la Prefettura, trovi una soluzione per la Fondazione ed i suoi lavoratori”. 

Seguici su telegramSeguici su telegram