Il Museo di Reggio torna sul piccolo schermo. Malacrino: 'Facciamo conoscere il nostro patrimonio'

Le telecamere di “Geo” saranno presenti al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria per un appuntamento in diretta su Rai 3

Non è la prima volta che il Museo Archeologico di Reggio Calabria va in televisione e, speriamo vivamente, non sia neanche l'ultima. Il grandissimo patrimonio conservato all'interno di palazzo Piacentini merita un pubblico ben più vasto di quello che è possibile accogliere a causa delle restrizioni anti-Covid. E quale modo migliore del piccolo schermo per promuovere l'arte presente nella città dello Stretto?

Il Direttore Carmelo Malacrino, qualche ore fa, ha annunciato di essere ospite, oggi pomeriggio giovedì 11 marzo, della trasmissione televisiva "Geo" di RaiTre.

Il MArRC su Rai 3

Il programma curato da Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi, in diretta dalle 17:00, dedicherà, infatti, uno spazio ai tesori del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Il collegamento con gli studi della Rai avverrà dalla sala dei Bronzi di Riace e di Porticello e sarà un'occasione straordinaria per parlare del MArRC e rilanciare la bellezza delle sue collezioni.

«Ringrazio tutto lo staff di Geo per avere scelto il nostro museo - commenta Malacrino. La trasmissione ci darà l'opportunità di parlare dell'archeologia e della storia della Calabria antica in un momento in cui la pandemia sta mettendo a dura prova tutto il Paese. Far conoscere il nostro straordinario patrimonio davanti alle telecamere della Rai rincuorerà, ne sono certo, gli animi degli italiani, con l'auspicio di poter presto accogliere di nuovo e a braccia aperte i visitatori provenienti da ogni parte del mondo attratti dalla bellezza dei Bronzi di Riace».