Reggina: stop ai proclami ed agli sperperi. Per Gianni e Taibi contano i fatti

Rimangono intatte le ambizioni, contro una numerosa concorrenza

Attendiamo per la conferenza stampa di domani le parole del presidente Luca Gallo. Il massimo dirigente, il giorno della sua presentazione, aveva parlato di obiettivi da raggiungere possibilmente subito, la serie B attraverso i play off, senza passare da una eventuale programmazione.

Investimenti importanti nello scorso mercato di gennaio, giocatori di categoria superiore ed ingaggi di una certa portata. La Reggina ha chiuso la stagione uscendo dopo il primo turno della post season. L’arrivo del DG Andrea Gianni ha modificato intanto la comunicazione, perchè dal suo insediamento sono stati di fatto aboliti i proclami e più volte ha ripetuto che la conduzione di una società deve passare da un’attenta gestione economica quindi niente sperperi.

Questo non significa cambiare le ambizioni, che rimangono quelle di un campionato di vertice, ma cercare di non alzare in maniera eccessiva le aspettative. Andrea Gianni e Massimo Taibi sanno bene che nel calcio contano i fatti. Il primo passo in questo senso è stato fatto, portando a Reggio Mimmo Toscano.

 

Seguici su telegramSeguici su telegram