Reggina-Taibi: situazione non ancora completamente chiarita

"Il primo banco di prova della coesistenza tra Taibi e Martino sarà sicuramente la scelta del nuovo allenatore"

Continua a far discutere, nonostante l'ufficializzazione dell'organigramma, la posizione del Ds Taibi rispetto a quanto accaduto lunedi sera. Per la società il dirigente amaranto è a pieno titolo nel gruppo di lavoro, anche se il realtà le posizioni non sono state chiarite del tutto, così come conferma anche l'articolo pubblicato su Gazzetta del Sud:

Reggina-Taibi ancora di chiarire

"In realtà la situazione tra il club e Massimo Taibi al netto della comunicazione ufficiale, non è ancora completamente chiarita e, attraverso interlocuzioni continue, si cerca di ricucire uno strappo che lunedi aveva raggiunto il suo apice, con la rottura che appariva insanabile.

Nella serata di ieri ennesimo confronto telefonico tra la proprietà, leggasi Felice Saladini ed il Ds, per cercare di trovare la sintesi nelle decisioni tecniche. Il primo banco di prova della coesistenza tra Taibi e Martino sarà sicuramente la scelta del nuovo allenatore: il direttore sportivo ha già chiuso con Roberto Stellone per il prolungamento di contratto fino al giugno 2023, con una possibile opzione in base ai risultati. Il neo DG, però, sembrerebbe non essere convinto del tutto della scelta. Solo dopo aver individuato il nuovo tecnico e soprattutto aver definitivamente sbrogliato le vicende legate all'organigramma, la Reggina potrà proiettarsi sulle altre, imminenti, questioni da programmare".