Sergio Campolo: 'Reggina ti sei affidata al migliore. Vi racconto Toscano'

"Finalmente un allenatore reggino che allena la Reggina"

Era l’estate del 1986 e dopo il fallimento dell’AS Reggina, nasceva la Reggina Calcio. Una società nuova, da ricostruire, con la possibilità però di ripartire dalla serie C. In quel gruppo dirigenziale capeggiato dall’avvocato Pino Benedetto, il presidente degli anni della serie A Lillo Foti ne era l’amministratore delegato.

C’era da ripartire quasi da zero ed in quel contesto la costruzione riguardava anche il settore giovanile. La compagine Berretti era stata affidata ad uno dei tecnici più bravi di allora come Gabriele Martino, diventato in seguito il direttore sportivo della società amaranto.

In quella Berretti giocatori di grande livello, come Tarcisio Catanese, Ciccio Marino, ma anche Mimmo Toscano e Sergio Campolo. Abbiamo chiesto a quest’ultimo di raccontarci il suo percorso al fianco di quello che da qualche giorno è diventato il nuovo allenatore della Reggina: “Mimmo Toscano in quel gruppo di calciatori dell’epoca, quello che spiccava per dedizione al lavoro. Conosceva i suoi difetti e ci lavorava quotidianamente per limarli, aveva sin da allora una forte predisposizione al professionismo, non mi ha sorpreso che poi sia diventato anche un grande allenatore.

Giocatore determinato, grintoso, con la testa sulle spalle e soprattutto grande persona. Ritengo che il meglio di se lui ancora lo debba dare e spero che questo possa avvenire con la Reggina. Ha vinto molto nel corso della sua carriera, ma ha anche fatto moltissima gavetta. Affinchè riesca ad ottenere risultati importanti anche a Reggio, è di fondamentale importanza che tutti gli si dia una mano. Lui si è assunto una enorme responsabilità, perchè essere di Reggio, aver giocato nella Reggina e diventarne tecnico, non è facile, soprattutto con queste aspettative.

Ha la forza di un curriculum significativo ma, ripeto, tuteliamolo nei momenti se ce ne saranno di difficoltà, sosteniamolo sempre, dovrà sentire ogni giorno fiducia incondizionata in modo da poter lavorare in maniera serena. A Mimmo Toscano mi lega una fortissima amicizia, una delle poche persone nel mondo del calcio che ritengo sia veramente un mio amico, avrà sempre e comunque il mio sostegno.

Finalmente un allenatore reggino che allena la Reggina. E’ arrivato il momento di esaltarla questa regginità ma con i fatti non con le chiacchiere. Io spero che Mimmo Toscano possa aprire un ciclo lungo e vincente. La Reggina ha fatto una grande scelta portandolo alla conduzione tecnica della squadra. Tanti auguri Mimmo, siamo tutti con te”.

Seguici su telegramSeguici su telegram