Strage di Soverato, Tallini: ' Una ferita che non si rimarginerà mai'

Nella tragedia persero la vita 13 calabresi

“Una ferita che non si rimarginerà mai”.

Così il presidente del Consiglio Regionale, Domenico Tallini, ha voluto ricordare, a venti anni di distanza, l’immane tragedia del camping Le Giare, a Soverato, dove persero la vita tredici cittadini catanzaresi.

“Giovedì – ha detto Tallini - ricorreranno i venti anni da quell’evento che sconvolse tutta l’Italia e che segnò per sempre la vita della comunità catanzarese. Nella mente, si affollano tanti ricordi legati a quella maledetta domenica del 10 settembre del 2000. Le prime notizie, i soccorsi, la disperazione per i dispersi. E poi quella triste giornata dei funerali, con le bare allineate nel Duomo alla presenza del presidente della Repubblica Ciampi. Il tempo, purtroppo, non riesce a cancellare il dolore per una tragedia inaccettabile e che si poteva evitare. Rivolgo il mio pensiero commosso a Mario, Vinicio, Ida, Serafina, Raffaele, Paola, Iolanda, Giuseppina, Franca, Rosario, Antonio, Salvatore e Concetta e ai loro inconsolabili familiari. Un ringraziamento all’UNITALSI, così duramente colpita da quella tragedia, per l’insostituibile azione di volontariato che svolge a favore delle persone più bisognose”.