Taibi: 'Dobbiamo evitare il fallimento'. Gli appuntamenti del Ds e il rapporto con Gallo

"Disposto a farmi da parte nel caso arrivassero nuovi proprietari, pur di vedere la Reggina ancora in vita"

Nell'intervista rilasciata a Gazzetta del Sud e riportata in altra pagina del nostro giornale, il Ds della Reggina Massimo Taibi ha parlato di unione di intenti e necessità assoluta di salvare la società amaranto. Di seguito altri due passaggi in cui il dirigente fissa i prossimi appuntamenti e dichiara la sua vicinanza al momento di difficoltà che sta vivendo il presidente Luca Gallo.

Evitare il fallimento

"Ho in programma diversi appuntamenti tra Roma e Milano. C'è da trovare una soluzione, il 22 giugno non è poi così lontano. Mi batterò con tutte le mie forze per scongiurare il fallimento anche se non dipenderà dal sottoscritto. Disposto anche a farmi da parte nel caso arrivassero nuovi proprietari, pur di vedere la Reggina ancora in vita. Abbiamo fatto tanto per riportarla in serie B e sarebbe un peccato perdere quello che si è costruito con tanti sacrifici. La speranza è l'ultima a morire e non voglio arrendermi, mi sto muovendo in maniera autonoma anche perchè non sono il tipo che abbandona la barca quando il mare è in tempesta".

Il presidente Gallo

"Il presidente ha rilevato la Reggina nel dicembre del 2018 e senza il suo intervento la squadra sarebbe ripartita dalla serie D. Di lui non posso che parlare bene, il nostro è stato un rapporto fondato sulla schiettezza, a volte abbiamo avuto anche vedute diverse, ma il rispetto è sempre stato reciproco. C'è gente che ha provato a metterci l'uno contro l'altro, ma poi è sparita. Gli sono vicino".