Brogli a Reggio, la denuncia di Davi: 'Silenzio omertoso da parte della politica'

"Hanno riempito le liste di impresentabili". Davi punta, ancora una volta, i riflettori sulla classe politica di Reggio Calabria

«Diciamo che il mutismo della politica calabrese rispetto alle parole del Procuratore Giovanni Bombardieri, il quale ha sottolineato che "adesso sono i politici a cercare il contatto del boss per il supporto elettorale", è assolutamente eloquente per usare un ossimoro.

D'altra parte cosa avrebbero potuto dire i partiti dopo che hanno candidato i vari Tallini, Castorina, Talarico? Cosa avrebbe potuto dire Giuseppe Falcomatà visto che, secondo la precisa denuncia del presidente dell'associazione 'Vox Italia' Reggio Calabria Giuseppe Modafferi che ha presentato un esposto alla Prefettura, nella sua lista sarebbe stato candidato un parente stretto di un noto killer di Archi? Esposto a cui la Prefettura ci auguriamo voglia rispondere vista la gravità delle cose che in esso sono sostenute.

Un generalizzato e omertoso silenzio da parte dei partiti e dei vari bulletti che hanno riempito le liste di impresentabili. Già, è proprio meglio tacere e fare finta che il Procuratore Bombardieri non parlasse di Reggio o della Calabria ma della Scandinavia».

Lo ha dichiarato il massmediologo e giornalista Klaus Davi.

 

*Foto di Antonello Diano