"I Tesori del Mediterraneo". Stasera la chiusura con grandi ospiti

Il resoconto della giornata di ieri ed il programma di stasera. Il duo trapper Astol & Daniel e poi Gigi e Ros ma non solo

Con la giornata di ieri “I Tesori del Mediterraneo” sono entrati nel vivo. Sin dalla mattina gli equipaggi hanno testato il campo di regata per la disputa delle semifinali, mentre le ragazze in gara per lo scettro di “Miss Venere” sono state impegnate nelle prove che le hanno viste protagoniste dello spettacolo serale.

Anche la “Cittadella del Mediterraneo”, che ha aperto i suoi stand alle 18, ha registrato un gran numero di presenze e interesse da parte della gente incuriosita dai prodotti e dai servizi offerti dagli enti e dalle aziende partecipanti. Tra questi, ricordiamo, l’Ente Parco Nazionale d’Aspromonte, candidato ad entrare nella rete Mondiale dei Geoparchi dell’Unesco, e lo stand delle forze dell’ordine, novità di quest’anno, dove uomini e donne delle forze armate illustrano le loro attività per la promozione della legalità e della sicurezza. Oltre, ovviamente, agli altri stand dove è possibile anche intraprendere un percorso enogastronomico per assaporare le specialità locali e non solo.

Nel pomeriggio. Sullo specchio d’acqua della Rada Giunchi, è andato in scena il momento più atteso dagli sportivi e dagli appassionati di canottaggio, con la semifinale de “La Regata del Mediterraneo”. Ad affrontarsi in due batterie di gara sono stati gli equipaggi del Gruppo sportivo Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, Città di Maiori, Regione Calabria, Regione Campania, Comune di Taranto, Comune di Siracusa, Città metropolitana di Reggio Calabria e Comune di Brindisi. Due avvincenti gare, combattute fino all’ultimo colpo di remo, che alla fine hanno visto qualificarsi per la finale di oggi gli equipaggi della Regione Campania, Gruppo sportivo Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, Città metropolitana di Reggio Calabria e Comune di Siracusa, per quella che promette di essere una regata finale combattutissima, con il commento competente e appassionato di Carlo Arnese, ormai ribattezzato il Galeazzi dello Stretto!

Sport, bellezza, promozione turistica, spettacolo ma “I Tesori del Mediterraneo” è anche cultura, con i salotti televisivi che anno dopo anno assumono un’importanza centrale nello scrigno già prezioso dei tesori. Grazie soprattutto alle tematiche trattate e alla qualità degli ospiti invitati. Ieri si è parlato di sport, salute e benessere, con la partecipazione della dottoressa Leona Cremonese del GAT JC, primo centro di procreazione medicalmente assistita sorto in Calabria, con sede a Gioia Tauro, che rappresenta un’eccellenza non solo calabrese ma internazionale, posizionandosi al terzo posto al mondo come clinica di fertilità; del generale Vincenzo Parrinello, comandante del Gruppo sportivo Fiamme Gialle, uno dei massimi rappresentati del Corpo della Guardia di Finanza, il quale ha evidenziato come “lo sport è il linguaggio ideale per parlare ai giovani di legalità e rispetto delle regole” e a dispetto di chi pensa che dietro ad un campione c’è solo la tecnica, il generale Parrinello smentisce questo assunto e non ha dubbi nel dire che “l’esperienza di questi 40 anni mi dice che la testa è il primo ingredienti per una vittoria, ancor prima della tecnica”, e del brigadiere Alessio Sartori, campione olimpico plurimedagliato alle Olimpiadi di Sydney 2000, Atene 2004 e Londra 2012, il quale ha dato una grande testimonianza di come i grandi risultati, non solo sportivi, si possano raggiungere col la dedizione e il sacrificio; del vicepresidente dell’Asi Tino Scopelliti, il quale ha evidenziato “l’importanza di una legge regionale per lo sport, di cui la Regione Calabria si è dotata nel 2012, per quello che è anche lo sviluppo di un turismo sportivo, come quello che a “I Tesori del Mediterraneo” è ben rappresentato da una regata unica al mondo per il luogo, tra Calabria e Sicilia, in cui questo avviene”; dell’agronomo ed esperto di nutraceutica Rosario Previtera, che ha spiegato come è possibile nutrirsi in modo sano con prodotti naturali, come ad esempio le bacche di goji, l’annona, il bergamotto, la patata viola, ad alta valenza antiossidante e antiaging; del organizzatore de “I Tesori del Mediterraneo”, Paolo Catalano, il quale ha spiegato come nella sport, così come nella vita e in qualsiasi ambito si vogliano ottenere risultati “bisogna avere una grande visione ed essere spinti da grande entusiasmo. Noi tutto questo lo mettiamo in campo per poter regalare alla città un evento che insieme allo spettacolo vuole mettere al centro la cultura. I Tesori è vero che si fanno a Reggio Calabria, ma per noi si tratta di un evento nazionale e internazionale, perché ogni angolo d’Italia è un tesoro. Il nostro sogno è partire da qui, con la valorizzazione delle nostre ricchezze, per poi esportali in tutta Italia”; dell’ing. Giuseppe Barbaro dell’Università Mediterranea, che ha illustrato come lo sport sia un fattore imprescindibile nella formazione sociale dei giovani e quindi degli studenti; e del consigliere comunale delegato allo sport e al turismo, Giovanni Latella, che ha illustrato quelli che sono gli sforzi dell’Amministrazione comunale in quello che è lo sviluppo della promozione sportiva in città.

Lo spettacolo “I Giochi delle dee”, condotto da Veronica Maya sotto la sapiente direzione di Roberto Vecchi, è stato una ventata di bellezza e ha visto protagoniste sul palco le miss, che si sono sottoposte alla valutazione della giuria di qualità che dovrà decretare la nuova “Miss Venere”. Non sono mancate le incursioni comiche, stavolta affidate al duo Antonio D’Ausilio e Francesco Paolantoni, volti di “Made in Sud”.

Oggi il gran finale, con l’ultima gara de “La Regata del Mediterraneo” che decreterà i vincitori dell’edizione 2019 e lo spettacolo “L’Olimpo degli dei”, con ospiti duo trapper Astol & Daniel, per la felicità dei giovanissimi, e del duo comico Gigi e Ross. Nel corso della serata sarà assegnato i “Premi Zeus e Afrodite” a due personaggi che si sono particolarmente distinti in ambito sociale, culturale e professionale, e l’incoronazione di “Miss Venere del Mediterraneo” 2019.

Ad anticipare lo spettacolo, l’ultimo salotto televisivo che avrà come tema legalità, sicurezza ed educazione civica, e al quale parteciperanno i rappresentanti di tutte le forze dell’ordine, il magistrato Sara Amerio e la preside del Liceo Scientifico “Vinci”, Giusy Princi.

Seguici su telegramSeguici su telegram