Regionali, Mattiani aderisce a 'La Calabria che vogliamo'

"Per cambiare è necessario unire le migliori energie della Calabria, giovani ed esperti"

Giuseppe Mattiani aderisce al Movimento ‘La Calabria che vogliamo’ nel percorso di avvicinamento alle prossime elezioni regionali.

Si è tenuta martedi 14 gennaio, a Gioia Tauro, la riunione che ha sancito ufficialmente l’adesione del giovane imprenditore di Palmi al Movimento presieduto da Giuseppe Nucera.

Candidato per la circoscrizione Sud con la lista ‘Jole Santelli Presidente’, Mattiani sposa in pieno le idee e il progetto de ‘La Calabria che vogliamo’.

“Puntiamo su Giuseppe Mattiani, un giovane e caparbio imprenditore del nostro territorio, in modo deciso e sicuri che si tratti della scelta giusta.

Alle prossime elezioni regionali -le parole di Giuseppe Nucera- le liste sono piene di ex assessori e consiglieri uscenti. Mi chiedo come possano rappresentare loro stessi il cambiamento, è una contraddizione in termini.

Noi invece, fedeli alla nostra linea che vede la coerenza e l’integrità prima di tutto, abbiamo scelto un elemento che ha si esperienza politica alle spalle ma che per la prima volta si candida alle elezioni regionali. ‘La Calabria che vogliamo’ e Giuseppe Mattiani parlano la stessa lingua, quella del fare".

Nucera conclude:

"La nostra terra ha bisogno di rialzarsi e per farlo ha bisogno di progetti, idee e la passione per metterla in pratica. Si tratta di un connubio ideale che sono certo verrà premiato dagli elettori”.

Alla presenza dell’ex presidente di Confindustria Reggio Calabria e degli altri due soci fondatori del Movimento (gli imprenditori Giuseppe De Simone e Angelo Sorrenti), Mattiani ha ringraziato i soci e assicurato piena sintonia di intenti con ’La Calabria che vogliamo’.

“Ho seguito con attenzione e stima il Movimento in tempi non sospetti, sin dai suoi primi passi. Una reale e spontanea convergenza di idee con quanto rappresentato da Giuseppe Nucera in questi mesi mi ha fatto sentire subito vicino al Movimento pur non facendone parte.

Appena è arrivata la proposta di aderire al progetto in vista delle imminenti elezioni regionali ho capito che il feeling avvertito in precedenza non era casuale, ma anzi profondo e reciproco. Sposo con pieno entusiasmo -spiega Mattiani- la missione di ‘La Calabria che vogliamo’, consapevole del fatto che la nostra regione è ad un bivio decisivo. Serve un cambio di passo immediato: per attuarlo è necessario che si uniscano le migliori energie della Calabria, giovani ed esperti. Adesso tutta la concentrazione, mia e del Movimento, è quella di concludere nel migliore dei modi la campagna elettorale. Vogliamo e dobbiamo convincere tutti I calabresi della bontà del nostro progetto”.