Copia dei Bronzi di Riace esposta a Roma: 'Diventino una delle principali attrazioni italiane'

La riproduzione della testa, realizzata con l’ausilio di nuove e sofisticate tecnologie vede anche la presenza di colori

Bronzi di Riace, in mostra la copia delle statue con i colori originali per i 50 anni dal ritrovamento In occasione del cinquantesimo anniversario del ritrovamento dei Bronzi di Riace, una nuova conquista si aggiunge al progetto del Minsitro della Cultura Dario Franceschini - pagina ufficiale «far diventare i bronzi di Riace uno dei più grandi attrattori del turismo internazionale del nostro paese».

Per l’occasione è stata esposta la copia perfetta in bronzo della testa della statua del guerriero A, uno dei due celebri Bronzi di Riace, straordinarie opere d’arte del V sec. a.C. custodite presso il Museo Archeologico Nazionale Reggio Calabria.

La riproduzione della testa, realizzata con l’ausilio di nuove e sofisticate tecnologie - laser scanner con una scansione millimetrica e rilievo 3D - ha lo scopo di mostrare al pubblico il colore originario della statua, esente cioè dagli effetti del tempo e dell’ossidazione, proponendo anche la presenza di colori.

L'incontro è stato promosso dalla Direzione Generale museitaliani, dal Parco archeologico del Colosseo e dal Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, in collaborazione con il Metmuseum di New York.

La riproduzione in bronzo della testa sarà visibile al pubblico che visiterà il Parco archeologico del Colosseo fino al 18 luglio: un’opportunità per promuovere anche la visita al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria.

293791287 372445681704525 7158202763003179284 N