Dimissioni Tallini, fissata la nuova seduta del Consiglio regionale della Calabria

All’ordine del giorno, la presa d’atto delle dimissioni del Presidente del Consiglio Domenico Tallini e la nomina del nuovo presidente

Domenico Tallini si è dimesso da tutti gli incarichi. La notizia è di qualche giorno fa, ma avrà, ancora per qualche tempo, delle ripercussioni sulla politica locale, in particolar modo quella regionale. Tallini era infatti a capo del Consiglio Regionale che, adesso, dovrà riunirsi per la presa d'atto del suo "ritiro forzato".

Presa d'atto delle dimissioni di Tallini

La Conferenza dei Capigruppo, coordinata dal vicepresidente del Consiglio regionale Luca Morrone, ha fissato la prossima seduta dell’Assemblea per venerdì 27 novembre alle ore 14.00 e per sabato 28.

All’ordine del giorno, la Presa d’atto delle dimissioni del Presidente del Consiglio Domenico Tallini; la surroga con il primo candidato dei non eletti nel collegio CENTRO nella lista Forza Italia e l’Elezione del Presidente del Consiglio.

All’esame dell’Aula anche l’assestamento di bilancio (che rientra fra le pratiche urgenti ed indifferibili) e l’approvazione dei rendiconti di una serie di enti sub-regionali.

Le dichiarazioni del vicepresidente Morrone

In apertura dei lavori odierni, il vicepresidente Morrone ha dichiarato:

“Preso atto della celerità con cui è pervenuto il provvedimento di sospensione da parte del Governo, manifesto piena solidarietà al presidente Tallini che, sono certo, saprà far valere le proprie ragioni e riuscirà a dimostrare la sua estraneità rispetto ai fatti contestati. Abbiamo assoluta fiducia nella Magistratura che, senza dubbio, farà il suo lavoro con serenità e senza pregiudizio”.

Morrone ha aggiunto:

“Questa legislatura è stata segnata da eventi straordinari e drammatici - dalla pandemia, alla morte della Presidente Santelli fino alle ultime vicende - eventi che impongono a tutti noi, anche in questa ultima fase, il massimo impegno nel segno della sinergia e della collaborazione bipartisan”.

Hanno preso parte ai lavori i consiglieri Giuseppe Graziano (capogruppo UDC), Giuseppe Neri in sostituzione di Filippo Pietropaolo (FDI), Tilde Minasi (capogruppo Lega), Giacomo Crinò (capogruppo CDL), Raffaele Sainato in sostituzione di Giovanni Arruzzolo (FI), Marcello Anastasi (capogruppo IRIC), Antonio Billari in sostituzione di Giuseppe Aieta (DP), Libero Notarangelo in sostituzione di Domenico Bevacqua (PD).