Coronavirus, il messaggio del Rettore Zimbone: 'Serve la collaborazione di tutti'

L'Università Mediterranea è al lavoro per il ripristino delle attività e comunica la sua vicinanza a tutta la comunità reggina. Il messaggio del rettore Santo Marcello Zimbone

"Come è noto, nel momento in cui si era riusciti ad assicurare l’avvio delle sedute di laurea programmate, sia pur con modalità inusuali e restrittive per gli studenti e le loro famiglie, è stato necessario, per fronteggiare la repentina evoluzione dei rischi connessi all’emergenza epidemiologica, ricorrere alla precauzionale sospensione di tutte le attività dell’Ateneo fino a nuovo provvedimento".

Il messaggio, pubblicato sul portale dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria, proviene direttamente dal rettore che prosegue:

"Il mio pensiero è rivolto in modo speciale ai due Colleghi di Agraria che hanno subito il contagio, con l’augurio che il corso della guarigione si completi al più presto. Sono in costante contatto con le Autorità competenti per monitorare l’evoluzione della situazione, che, al momento, non desta particolari preoccupazioni. Sono in atto i protocolli necessari per contenere i rischi di diffusione del contagio".

Il prof. Zimbone afferma inoltre:

"L’impegno della governance prosegue verso la ripresa delle attività. Nell’attuale fase, è doveroso, infatti, essere operativi anche solo per via telematica (posta elettronica, telefono) e continuare a lavorare per creare al più presto, nelle modalità più adeguate all’incertezza che permane, le condizioni per la prosecuzione delle sedute di laurea, delle lezioni, delle attività di ricerca e delle attività di supporto tecnico-amministrativo.

Parallelamente, proseguono gli accurati interventi di sanificazione dei locali, avviati diversi giorni prima della richiamata emergenza, grazie al tempestivo reperimento di ampie scorte di adeguati prodotti ed alla relativa encomiabile autoproduzione di qualità nel Laboratorio di Chimica di Ingegneria. Per senso di responsabilità nei riguardi della Comunità cittadina si sta provvedendo, inoltre, a soddisfare la crescente richiesta di approvvigionamento e di supporto tecnico avanzata da altre Istituzioni e realtà cittadine, in difficoltà negli interventi di sanificazione. Ai Colleghi e al Personale, volontariamente impegnato in tal senso, va la più sentita riconoscenza".

Il Rettore conclude:

"In questo difficile momento per l’intero Paese, che invoca il più alto senso di responsabilità sia collettiva che individuale, è cruciale, pertanto, la collaborazione consapevole da parte dell’intera Comunità universitaria nell’interesse degli studenti, della ricerca e della stessa Comunità, sostenendo anche le determinazioni ancora da assumere, vincolate all’equilibrio tra la necessità di garantire il servizio pubblico e quella di tutelare la salute di lavoratori e utenti nel rispetto di norme e protocolli in continua evoluzione".