Regionali, pronto il 'plotone' di donne del centrodestra. Non mancano le sorprese

Regionali in Calabria e preferenze di genere, sarà una votazione storica. I primi movimenti all'interno del centrodestra

Le prossime elezioni regionali in Calabria avranno un sapore speciale. Per la prima volta infatti si andrà alle urne calabresi con la doppia preferenza di genere, ovvero con lo strumento normativo che prevede come i candidati di un sesso non siano più del 60% del totale e che la preferenza, se prevista, sia duplice e debba essere riferita a candidati di sesso diverso.

L’intervento del Governo, che a ridosso della sua approvazione non ha fatto mancare polemiche e prese di posizione, è stato preso alla luce della volontà di assicurare la parità di accesso fra donne e uomini alle cariche elettive. Gli aspiranti consiglieri regionali calabresi dovranno quindi fare i conti con delle 'agguerrite' avversarie.

Si tratta di una rivoluzione che giocoforza comporterà delle ripercussioni sia nella composizione delle liste che successivamente nell'elezione dei candidati al consiglio regionale. Come tutte le prime volte, porta con sè incertezze e possibili sorprese.

Con il centrosinistra che ha appena ufficializzato Amalia Bruni quale candidato Governatore e dunque ancora in ritardo nelle manovre che porteranno alla composizione delle liste, quali sono i rumors e le possibilità legate ai candidati donna del centrodestra? CityNow prova ad anticipare qualche mossa della coalizione guidata da Roberto Occhiuto, con particolare riferimento al collegio reggino.

Forza Italia

Il deputato Francesco Cannizzaro tesse le fila e valuta con attenzione i profili che dovranno essere inseriti all'interno delle liste. Dimenticati gli screzi del passato, l'onorevole reggino fa parte di una sorta di 'triumvirato' con i colleghi Mangialavori e Occhiuto. Sono loro a costituire l'asse sul quale si poggiano le decisioni e i destini di Forza Italia in Calabria.

Quali i possibili candidati donna del partito di Silvio Berlusconi in Calabria? Poche le certezze al momento, diverse le possibilità al vaglio. L'attuale Assessore Domenica Catalfamo, entrata da tecnico all'interno della giunta, ha assunto un profilo politico che le ha permesso di guadagnare stima e apprezzamenti. Sembra essere in fase di valutazione una candidatura che passi attraverso le urne elettorali.

Ex vicesindaco e Assessore del comune di Melito Porto Salvo, Patrizia Crea è un altro dei profili valutati da Forza Italia per le prossime regionali calabresi. Un nome che torna nuovamente di moda è quello della dirigente scolastica Giuseppina Princi, Preside del Liceo 'L. Da Vinci' di Reggio Calabria. Già in passato accostate a possibili esperienze politiche, la diretta interessata si è sempre 'smarcata'. Questa potrebbe essere la volta buona...

L'On. Cannizzaro, per il collegio reggino, potrebbe inserire una delle donne che ha ben figurato alle ultime comunali in riva allo Stretto: i numeri, ma non solo quelli, portano alle figure di Marianna Cilione, Daniela De Blasio e Marika Federico.

Fratelli d'Italia

Il partito di Giorgia Meloni, attraverso il commissario provinciale Denis Nesci, è già a buon punto per quanto riguarda la composizione delle liste, compresa la quota femminile. Salvo sorprese faranno parte della lista Monica Falcomatà, Maria Idone e Giovanna Cusumano.

Falcomatà, avvocato, era stata Assessore alla Cultura con Demetrio Arena sindaco. Ultimamente è stata Vice Presidente Commissione Regionale per l’Uguaglianza dei diritti e le Pari Opportunità. Maria Idone, imprenditrice di Villa San Giovanni, è coordinatrice del dipartimento attività produttive nonchè portavoce del partito per Villa San Giovanni.

L'avvocato Giovanna Cusumano, in passato data per possibile candidata all'interno di Forza Italia, sembra invece molto più vicina ad approdare all'interno delle liste del partito di Giorgia Meloni.

Lega

Il partito di Salvini in Calabria esprime l'attuale presidente facente funzioni, gratificato dal 'ticket' e dalla possibilità di vedersi confermato quale vice presidente se la coalizione di centrodestra la spunterà alle urne. La Lega ha nella consigliera uscente Tilde Minasi una probabile donna all'interno delle liste, la conferma però non è scontata. Il commissario regionale Saccomanno potrebbe infatti per altre soluzioni.  Chi salvo sorprese sarà della partita è la prof.ssa Caterina Capponi, coordinatrice per la Lega a Melito Porto Salvo.

Coraggio Italia

Nessun dubbio per quanto riguarda la principale casella femminile di Coraggio Italia, nuova creatura politica di Giovanni Toti. A guidare la componente femminile ci sarà la giovane Cetty Scarcella, nominata nelle settimane scorse Vice coordinatore nazionale dei giovani di Cambiamo.