Ci sarà la possibilità di ammirare ricordi, abiti di scena, oggetti personali, foto, dischi, strumenti musicali, ritratti, spartiti e premi

Come diceva il prefetto Luigi De Sena ‘la prima opera di civiltà è attaccare le incompiute’. La nota dell'ass. di Fiumara