Reggio, 363 mila euro per l'interpoderale Forge: ok dalla Giunta al progetto esecutivo

L'annuncio degli assessore Brunetti e Muraca. Una migliore viabilità per chi opera nella parte interna del territorio

La Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo/esecutivo per la riqualificazione della strada interpoderale Forge su cui ricadono diversi attrattori ludici, turistici, sociali e commerciali. Per un importo di 363 mila euro, da attingere dai fondi dei Patti per il Sud, l’opera assume particolare importanza perché andrà a migliorare la viabilità di quanti, giornalmente, operano nella parte interna del territorio utilizzando mezzi agricoli o per il trasporto merci. Il tracciato rinnovato, dunque, faciliterà gli spostamenti verso la montagna andando a risolvere, contestualmente, i problemi legati a percorsi ormai fortemente obsoleti.

L'annuncio di Brunetti e Muraca sull'interpoderale Forge

«Potenzieremo – hanno spiegato gli assessori all’Ambiente ad ai Patti per il Sud, Paolo Brunetti e Giovanni Muraca, a margine della riunione dell'esecutivo - le infrastrutture al servizio di aziende agricole e forestali, provando ad incidere sulla crescita dei settori agricoli e della silvicoltura. Al tempo stesso, un’Interpoderale Forge più adeguata e moderna servirà a far crescere siti strategici e altamente formativi come il Capo scout, il Parco Avventura o il costituendo Giardino delle biodiversità».

Sull’area che si estende da Campi di Reggio fino a Piana delle Polveri, infatti, è altissima l’attenzione del Comune.

«Proprio qui – ricordano Brunetti e Muraca – insistono progetti di rilancio e sviluppo molto importanti che prevedono la realizzazione di un efficiente impianto d’illuminazione, di un adeguamento complessivo della segnaletica, delle recinzioni e della cartellonistica turistica, di diversi arredi come, ad esempio, il “Boot camp”, un miniparco avventura per bambini con percorsi acrobatici pensati anche per chi vive una disabilità. Un itinerario, insomma, che lega la forma fisica alla bellezza dei luoghi da scoprire e conoscere meglio anche grazie all’istallazione di una torre panoramica per osservare ed esplorare il paesaggio e la sua fantastica fauna».

«Reggio Calabria – hanno concluso gli assessori Brunetti e Muraca – ha un territorio sconfinato che si estende dal mare alla montagna. Le aree rurali, dunque, vanno protette, controllate e proiettate verso il futuro, soprattutto dopo la drammatica stagione degli incendi che ci siamo appena lasciati alle spalle. Fondamentale, in questo senso, è stata la caparbietà del sindaco Giuseppe Falcomatà, sostenitore convinto della necessità di difendere e rilanciare le aree interne. Così come preziosissimo è stato il contributo dei tecnici del settore Ambiente, ai quali non può che andare un grande ringraziamento per il lavoro portato a compimento che, nel dettaglio, interesserà la strada Callea, nei pressi del Giardino delle biodiversità, la strada “Petrulli-Donato” prospicente il Campo Scout e l’interpoderale Forge, dove sorge il Parco avventure».